Differenze tra impianto dentale a carico immediato e differito

Quelli a carico immediato o differito sono due tipologie di impianti dentali che si differenziano per il modo in cui vengono applicati

Se stai cercando informazioni sugli impianti dentali, ti sarai di certo imbattuto nel concetto di carico immediato, messo a confronto con il carico differito: questi termini descrivono due momenti diversi nei quali il tuo nuovo dente potrà essere posizionato nell’impianto.

Gli impianti dentali T3-3i possono variare forma e lunghezza, a seconda del paziente e della tecnologia di cui disponiamo nel nostro CENTRO DI ODONTOIATRIA E PROTESI DENTALE a Marghera (Venezia).

Gli impianti T3 short offrono vantaggi clinici:

  • minimizzano il rischio di ledere strutture vitali
  • riducono le procedure di innesto osseo
  • consentono una maggiore possibilità di posizionamento dell’impianto
  • aumentano il comfort e l’accettazione da parte dei pazienti.

Questo tipo di impianto può essere collocato in meno di 6mm di osso, evitando strutture ossee vitali e massimizzando le opportunità di eseguire trattamenti implantari complessi.

Ma quali sono le differenze? Quando si può ricorrere al carico differito? Quando invece bisogna optare per quello immediato?

Carico differito

L’impianto dentale a carico differito è la tecnica di implantologia più classica: terminato l’intervento, è necessario attendere dai 3 ai 6 mesi per consentire all’impianto di integrarsi all’interno dell’osso. Questo tempo servirà infatti all’organismo di produrre quelle cellule che si adagiano sulla superficie dell’impianto e che lo rendono stabile.

Carico immediato

Un impianto dentale a carico immediato vedrà posizionare la corona dentale sull’impianto subito dopo averlo inserito nell’osso.

Inoltre, il carico immediato prevede che il dente provvisorio montato sull’impianto non vada in occlusione al 100% ogni volta che il paziente chiude la bocca.

Questo impianto dentale ha 2 vantaggi:

  • il paziente può sorridere con una estetica immediata
  • permette al tessuto gengivale di guarire con forma giusta.

L’unico svantaggio è che il paziente deve stare molto attento a non caricare l’impianto dentale con morsi troppi decisi! Evitare, quindi, di masticare cibi duri per alcuni mesi favorirà l’integrazione dell’impianto.

Il nostro CENTRO DI ODONTOIATRIA E PROTESI DENTALE di Marghera (Venezia) utilizza entrambi questi sistemi, a seconda della situazione in cui incorre il paziente: come prima cosa eseguiremo un esame radiografico e una tac 3D, grazie a cui potremo valutare con precisione la qualità di osso disponibile.

2021-09-23T12:02:01+00:00settembre 23rd, 2021|