Quali sono le cause della carie?

La bocca non è certo un ambiente sterile. Al contrario, ospita oltre 700 specie diverse di batteri, alcune buone e altre cattive. Un buon equilibrio fra le due aiuta a mantenere denti e gengive sani. In certe condizioni, però, la proliferazione batterica cattiva può prendere il sopravvento e causare la comparsa di carie o di altri fastidi.

Se trascurata, la carie porta alla distruzione graduale dei tessuti duri del dente colpito (smalto e dentina). Questo processo, che ha origine dalla superficie dentale, si estende progressivamente in profondità, fino a raggiungere il tessuto pulpare. È in questo momento che la carie, finora asintomatica, comincia a manifestare i primi disturbi, come ipersensibilità a cibi e bevande caldi e freddi, alitosi e dolore alla masticazione.

In altre parole, nel momento in cui i batteri riescono a oltrepassare lo smalto e a raggiungere la dentina, l’azione erosiva si fa per loro più semplice e i danni compaiono più rapidamente.

Attenzione particolare va rivolta ai soggetti in età pediatrica, ossia la fascia più colpita, poiché lo smalto dei denti da latte è meno resistente di quello dei denti definitivi. Inoltre, i bambini sono soliti consumare più frequentemente dolciumi, succhi di frutta, bibite gassate e merendine: tutti alimenti che possiedono una grande quantità di zucchero.

Proprio lo zucchero stimola infatti la produzione di sostanze acide da parte dei batteri. Sostanze, queste, in grado di aderire al dente e di penetrare lo smalto che normalmente lo protegge: da qui ha inizio la carie.

Una disattenta igiene orale è perciò la causa primaria della formazione di carie, perché favorisce il deposito della placca batterica.

Buona regola sarebbe accompagnare allo spazzolino (almeno una volta al giorno) anche l’uso del filo interdentale, che aiuta a rimuovere la placca dalle zone laterali dei denti. Molari, premolari e incisivi superiori sono quelli più a rischio, perché più difficili da pulire.

Un valido alleato potrebbe essere altresì il dentifricio al fluoro, che aiuta a prevenire le infezioni dentali, rallentando la distruzione dello smalto e favorendo allo stesso tempo la sua remineralizzazione.

Insomma, una quotidiana e corretta igiene orale dopo ogni pasto è la strategia preventiva più efficace. Assieme ad essa, una visita di controllo periodica dal dentista può aiutarti a individuare in tempo la presenza di carie e di altre anomalie, evitando così di dover ricorrere a pratiche più invasive quando potrebbe essere già tardi.

Uno stadio avanzato della carie può portare infatti anche ad ascessi e a infezioni che, se non presi in tempo, potrebbero rendere necessaria la devitalizzazione o addirittura l’estrazione del dente cariato.

Il tipo di trattamento di cura cui sottoporti dipende comunque dalla gravità della situazione.

Se desideri prenotare una visita presso il nostro centro di odontoiatria, chiamaci allo 041.931313. La Dott.ssa Federica Colorio si prenderà cura di te e del tuo sorriso, a cominciare da una seduta di igiene orale professionale.

2019-09-11T12:02:42+00:00gennaio 24th, 2019|